Forum di supporto

Forum di supporto

Se hai bisogno di aiuto o se hai domande o qualsiasi genere di commento, usa il nostro forum di supporto. Lì troverai anche risposte a domande di altri utenti.

Bisogna registrarsi, in questo modo sarai avvisato non appena sarà disponibile una risposta al tuo commento.

Prima di scrivere sui forum, assicurati di aver controllato le FAQ!
Se sei del tutto nuovo a NetSetMan, dai prima uno sguardo al file della guida!

File Guida / Descrizione software

Insieme al programma viene fornito un file della guida. L'ultimo file della guida è disponibile anche online, in modo da poter vedere direttamente le funzioni di NetSetMan (Pro). Basta che scegli la tua lingua qui sotto!

FAQ

L'interfaccia WMI Windows di default non è più usata dopo la versione 3.4.0, poiché su alcuni sistemi non funzionava in modo affidabile, dando problemi durante l'attivazione. Assicurati che il vecchio metodo sia disattivato nelle impostazioni. Nelle nuove installazioni è disattivato di default.
Preferenze › Generale › [ ] Usa metodo di attivazione IP WMI



Se usi una versione obsoleta, ecco alcuni consigli sui problemi con WMI:

Problemi generali con WMI (Inglese)

L'attivazione di un profilo richiede molto tempo o dà un codice di errore. (p.es. Errore 95/96) (Inglese)

La modifica delle impostazioni di rete è una procedura amministrativa. Pertanto NetSetMan richiede di solito privilegi di amministratore per funzionare correttamente. Per questo motivo, è stato creato il servizio Windows integrato “NSM Service”. Partendo dalla versione 4.0, questo servizio Windows viene abilitato automaticamente durante l'installazione per fornire NetSetMan in automatico con i privilegi richiesti. Nelle precedenti versioni 3.x, questo servizio doveva essere attivato manualmente nelle preferenze del programma.

NSM Service realizza le seguenti funzioni:

  1. Nessun prompt UAC all'avvio del programma.
  2. Il programma può essere usato con un account utente Windows limitato.
  3. Cambio di profilo opzionale dalla schermata di accesso di Windows. Se necessario, questa funzione può essere attivata da Preferenze › Privilegi di sistema.

Limited User Account Dialog

Nel caso in cui usi una versione obsoleta o portatile o se hai disattivato il servizio per un qualsiasi motivo, esistono un paio di alternative:

  1. Uso di un account amministratore con Vista o SO superiore: conferma manualmente il prompt UAC a ogni avvio del programma.
  2. Uso di un account limitato: all'avvio del programma riceverai un messaggio che ti invita a installare NSM Service. In alternativa, puoi scegliere l'opzione in basso in quella finestra di dialogo per salvare le credenziali di un determinato account di amministratore che NetSetMan userà in seguito. Si sottolinea che in questo caso, il programma sarà eseguito nel contesto utente di cui sono fornite le credenziali. Questa opzione deve essere usata solo in casi molto particolari.
  3. Esecuzione dell'avvio dell'utilità di pianificazione: Se desideri eseguire NetSetMan all'avvio e vuoi solo eliminare il prompt UAC, puoi provare la seguente soluzione temporanea:
    Avvio › «Utilità di pianificazione» › seleziona «Crea attività» dal pannello a destra › sotto «Trigger» fai clic su «Nuovo...» e seleziona «All'accesso» › sotto «Generale» spunta «Esegui con privilegi più alti» › sotto «Azioni» imposta il percorso del programma su NetSetMan e inserisci «-h» come argomento, in modo che NetSetMan sia avviato minimizzato. Assicurati di disattivare l'impostazione di auto-avvio nelle preferenze di NetSetMan!
    Qui puoi trovare una descrizione ampliata di questa procedura con screenshot.

La funzione AutoSwitch ti consente di attivare automaticamente i profili in base a condizioni predefinite, come reti wireless disponibili, percorsi di rete, stati degli adattatori, o intervalli.

Assicurati di aver letto questo capitolo nel file della guida poiché contiene tutte le informazioni di base e i dettagli che hai bisogno di sapere per iniziare. Una volta acquisita una certa dimestichezza con la funzionalità, dovresti essere in grado di far fronte a tutti i casi immaginabili di utilizzo.

Inoltre, può essere utile comprendere gli approfondimenti che seguono:

  1. Eventi della rete: in base alle condizioni configurate, NetSetMan crea gestori di eventi di sistema in modo da poter reagire alle relative variazioni nel sistema e nella rete. Ciò significa che usando l'AutoSwitch il sistema non sarà rallentato dalla scansione costante dei parametri modificati. Ciò significa anche che NetSetMan dipende da quegli eventi di sistema, così che talvolta, potrebbe impiegare un po' di più per inizializzare l'attivazione del profilo. Ad esempio, se scolleghi il cavo LAN, Windows impiega qualche secondo per rilevarlo. Noterai che l'icona di rete non sparirà immediatamente. L'istante in cui questa icona varia è quando NetSetMan riceve una notifica sulla modifica di rete e può reagire di conseguenza.
  2. Priorità: non appena NetSetMan riceve una notifica di variazione di rete rilevante, inizia a confrontare le informazioni di rete attuali con le condizioni configurate nei suoi profili. Iniziando dal primo profilo (ID 0), la sequenza continua in ordine numerico ascendente fino a trovare una corrispondenza (o nessuna corrispondenza). Ciò significa che i profili con ID inferiori hanno una maggiore priorità (puoi modificare l'ordine dei profili in Gestione profili. Pertanto, se vengono soddisfatte le condizioni del profilo #2 e del profilo #6, sarà attivato solo il profilo #2.
  3. Annullamento/Elemento ignorato: annullando l'attivazione di un profilo automatizzato, quel profilo sarà ignorato fino a che non cambieranno le condizioni di rete corrispondenti. Non appena le sue condizioni non saranno più soddisfatte, verrà rimosso dall'elenco profili ignorati interno.
  4. Attiva profilo: se il primo profilo che soddisfa le sue condizioni è il profilo attuale (= latest manually or automatically activated profile) it won't be activated again. This also applies if you restart the application (or the system).
    New Option in v4.2.0: "At program startup, check conditions regardless of last profile activation"
  5. Stato AutoSwitch: facendo clic sul pulsante Info AutoSwitch (o visualizzando la sua descrizione del comando), riceverai l'attuale stato dell'AutoSwitch. Questa funzione è utile se vuoi trovare informazioni dettagliate in merito.
    AutoSwitch Status

Che cos'è IPv6?

Il protocollo internet (IP) attualmente conosciuto è in formato indirizzo come 192.168.0.1 ed è chiamato ufficialmente IPv4. In linea di massima, è ciò che fa funzionare la tua rete locale e anche internet. Dopo circa 30 anni di esistenza, vi sono ora nuovi requisiti che possono essere soddisfatti solo da una nuova versione di quel protocollo: IPv6. Questo protocollo copre tutto ciò di cui abbiamo bisogno oggi e per un lungo periodo di tempo. IPv6 è abbastanza facile da riconoscere, poiché ha una sintassi completamente diversa come fe80::21c:23ff:fe9c:efd3/64.

Ne ho bisogno?

Se non ne hai mai sentito parlare finora, probabilmente non ne hai bisogno per il momento. Tuttavia, è già usato in vari casi. Se è la prima volta che hai a che fare con la sfera IPv6, è possibile che tu desideri usare le funzioni di IPv6 che NetSetMan ha da offrire.

Quali funzioni dell'IPv6 ha NetSetMan?

Puoi assegnare configurazioni di indirizzo manuali nei profili. Inoltre, puoi generare indirizzi IPv6 validi in base ai tipi di IPv6 selezionati.

Di cosa ho bisogno per usare l'IPv6?

Se hai Windows Vista o superiore, IPv6 fa già parte del sistema operativo.

Se usi XP, devi avere l'SP1 (meglio SP2/SP3) installato. In questo caso l'IPv6 è installato in forma disattivata. Se desideri usarlo, devi attivarlo aprendo la riga di comando (Win+R › “cmd.exe”) e digitando:
netsh interface ipv6 install
Se cambi idea in un secondo momento, puoi sempre disattivarlo digitando nuovamente:
netsh interface ipv6 uninstall

NetSetMan Pro offre una funzione per aggiungere un dominio a un computer. Segui le brevi istruzioni per utilizzarla.
Domain Dialog
  1. Spunta la casella «Dominio/Gruppo di lavoro», fai clic su «[...]» e seleziona «Dominio».
  2. Inserisci il nome del dominio. (p.es. “domain.local”)
  3. Inserisci il nome utente. (p.es. “user”)
    Di solito basta inserire il nome utente semplice. Se ti dà errore, puoi provare a inserire come nome utente uno dei due standard che seguono:
    a) NETBIOS: DOMAIN\user
    b) UPN: user@domain.local
  4. Inserisci la password per quel nome utente.

    Se usi XP o Vista e vedi un messaggio di errore durante l'attivazione del profilo o non sei connesso correttamente al dominio, fai le seguenti operazioni supplementari per il metodo alternativo:
  5. Scarica questo file zip.
  6. Estrai il contenuto nella cartella del programma di NetSetMan Pro. Lo rileverà automaticamente e lo userà al posto delle sue funzioni del dominio.

Avvisi importanti:

  • Nei domini NT un utente può essere solo membro di esattamente un dominio per volta. Ciò significa che connettendo un altro dominio o un gruppo di lavoro, viene persa l'appartenenza al dominio precedente fino a che il sistema non viene nuovamente aggiunto.
  • NetSetMan Pro può aggiungerti solo a un dominio se il tuo account utente del dominio ha il permesso di farlo. Questo privilegio dell'account utente è chiamato «Aggiungi una workstation al dominio» e deve essere abilitato sul tuo account. In assenza di questo privilegio, chiedi all'amministratore di rete di concedertelo.
  • Usando la funzione del dominio si possono aggiungere informazioni di livello funzionale del dominio nella schermata di accesso, dunque al posto di “domain.local” vedrai “domain.local (Windows 2000)”. Se desideri eliminare nuovamente queste informazioni (benché non abbiano alcun effetto sul funzionamento), devi cancellare la chiave di registro “DCacheShowDomainTags” da [HKLM\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Winlogon].
  • Per aggiungere un dominio, con Windows 7 e SO superiori, viene usato PowerShell 2.0. Riconoscerai il suo utilizzo dall'output «PS» nel log. PowerShell 2.0 è disponibile anche per versioni precedenti di Windows. Tuttavia, deve essere installato manualmente, operazione consigliata ai principianti, a causa dell'elevato livello di difficoltà.

In che modo suddivido le impostazioni?

NetSetMan utilizza il file “settings.ini” per memorizzare tutti i profili e le impostazioni del programma. Da sapere:
  1. Il file si trova direttamente nella cartella del programma.
  2. Basta fare il backup di questo file per includere tutti i profili e le impostazioni del programma. Nel caso in cui utilizzi NSM Administration dovrai anche effettuare il backup delle sue preferenze distinte che, per ragioni di sicurezza, sono salvate nel registro: HKLM\Software\NetSetMan (x64: HKLM\Software\Wow6432Node\NetSetMan)
  3. Ciascun NIC su ogni sistema ha il proprio ID univoco che consente di allocarlo direttamente. Pertanto, copiando il file delle impostazioni in un altro sistema, si rende non operativo l'elenco NIC incluso. Tuttavia, NetSetMan aggiornerà automaticamente questo elenco mantenendo tutte le assegnazioni nei profili, se i NIC richiesti sono nominati nel secondo sistema esattamente come nel primo. Per modificare i nomi NIC, vai in Pannello di controllo di Windows › Connessioni di rete.
    Quindi assicurati che i nomi NIC siano identici in tutti i sistemi prima di distribuire il filesettings.ini.

Durante l'installazione, puoi installare automaticamente un file delle impostazioni già preparato, utilizzando un determinato parametro o locazione.

In che modo distribuisco le licenze?

A partire dalla versione 4.x la registrazione viene eseguita utilizzando un file di licenza personalizzato (*.nsmp4) che riceverai insieme all'ordine come un allegato all'e-mail. Dopo un'installazione di NetSetMan Pro si apre una finestra di dialogo relativa a quel file della licenza. Per il processo di registrazione non sono richiesti altri passi.
Dopo questa fase le informazioni sulla licenza vengono prese dal relativo file e memorizzate in una forma legata al sistema (lic.dat) nella cartella del programma. Copiando questo file in un altro sistema lo si renderà automaticamente non valido. Ciò significa che l'utente finale non sarà in grado di trasferire la licenza senza il tuo consenso.

Puoi distribuire automaticamente il file della licenza preparato durante l'installazione, utilizzando un determinato parametro o locazione.

Archiviato: Distribuzione della licenza per la versione 3.x (Inglese)

Quali sono le opzioni di amministrazione disponibili?

Usando l'amministrazione NSM integrata hai a disposizione opzioni molto dettagliate per definire cosa è consentito fare all'utente con il software. Troverai le relative istruzioni nel file di guida.

Parametri riga di comando

Setup:
I parametri che seguono possono essere usati con NetSetMan Pro 4.x per creare installazioni automatizzate (remote). I parametri multipli possono essere associati.
  • Installazione senza interazione utente, con stato di avanzamento installazione visibile (anche v3.x):
    /SILENT
  • Installazione nascosta senza interazione utente (anche v3.x):
    /VERYSILENT
  • Installazione di “NSM Service”:
    /SERVICE=true/false (Default: true)
    /LOGON=true/false (Abilita Cambio profilo prima dell'accesso; Default: false)
  • Varie:
    /AUTORUN=true/false (Riduci a icona quando l'utente accede; Default: true)
    /UPDATECHECK=true/false (Controlla aggiornamenti all'avvio del programma; Default: true)
  • Comprende una licenza, impostazioni e file logo con percorsi relativi o di rete:
    /LICENSE="C:\Full Path\license-file.nsmp4" (File licenza NetSetMan Pro 4.x)
    /SETTINGS="prepared-settings-file.ini" (File impostazioni preparato)
    /LOGO="\\server\company-logo.png" (I pacchetti licenze con licenze 30+ consentono l'inclusione di un logo aziendale)
    I file saranno copiati nella cartella del programma in modo che non debbano restare nella locazione originale dopo l'installazione.
    Suggerimento: Invece di passare i percorsi dei file come parametri puoi anche mettere i file preparati nella stessa cartella di Setup.exe nominandola come segue:
    license.nsmp4, settings.ini, logo.png
    Prepared Files

NSM Service:
A partire dalla versione 4.x è installato e attivato automaticamente il servizio integrato di Windows. Il controllo manuale (per le vecchie versioni) è possibile utilizzando i seguenti comandi.
  • Installazione / Disinstallazione (/SILENT = senza interazione utente):
    [percorso d'installazione]\nsmservice.exe /INSTALL /SILENT
    [percorso d'installazione]\nsmservice.exe /UNINSTALL /SILENT
  • Avvia o arresta il servizio manualmente:
    net start nsmService
    net stop nsmService

Applicazione:
I parametri della riga di comando per l'applicazione principale sono elencati nel file di guida.
loading...